CHIAMA IL 061234567 PER INFORMAZIONI

Non è raro che l’impianto delle fognature condominiali possa andare incontro a problemi, alle volte anche molto seri. Prima di affrontare i problemi delle fognature condominiali, e le azioni necessarie per la pulizia e la manutenzione, occorre specificare di cosa si tratta. Le fognature condominiali, infatti, sono una complessa struttura di opere idrauliche progettata per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti organici e degli altri rifiuti liquidi provenienti dall’ambiente, come ad esempio l’acqua piovana. Tale struttura include elementi fra cui la fossa biologica, una rete di tubi di scarico, valvole anti-rigurgito, le tubazioni per collegarlo alla rete fognaria comunale o in alternativa un pozzo nero indipendente. Ecco una guida per risolvere i problemi delle fognature condominiali e per mantenerle efficienti.

• I problemi delle fognature condominiali
• La manutenzione delle fognature condominiali
• Quando pulire le fognature condominiali

I problemi delle fognature condominiali

Innanzitutto è bene specificare che l’impianto di fognature condominiali, comprese le tubazioni che terminano in ogni impianto fognario casalingo, appartengono al condominio e sono un bene comune. Per questo motivo, qualora dovessero insorgere problemi alle fognature, sarà il condominio a doversene occupare: questo significa che i lavori dovranno essere accettati, volenti o nolenti, anche dai condomini che non hanno intenzione di partecipare alla spesa comune, perché non coinvolti dalle conseguenze di un errato funzionamento della struttura. Detto questo, i problemi delle fognature condominiali possono essere diversi: dall’otturazione delle valvole e dei tubi alla fossa biologica. Le manifestazioni potrebbero andare dalle perdite di liquami bianchi o scuri, che fuoriescono dai tubi, o dal reflusso fognario: in questo caso, potrebbe accadere che la fuoriuscita dei liquami dai servizi e dagli scarichi possa coinvolgere solo una parte delle abitazioni condominiali.

La manutenzione delle fognature condominiali

Qualora si dovessero verificare problemi delle fognature condominiali, ricorrere al fai da te potrebbe essere un rischio notevole: tale decisione, come tutte le altre inerenti al condominio, dev’essere presa sempre dall’amministratore ed è davvero raro che si opti per una pulizia casalinga. In caso di una scorretta pulizia, attraverso acidi ad esempio, si potrebbero creare enormi grattacapi al condominio e valere una denuncia. Per questo motivo, in caso di problemi seri all’impianto, è sempre il caso di rivolgersi ad una ditta specializzata. Esistono, comunque, delle regole che possono allungare la vita dell’impianto fognario, evitando che si intasino tubi, fossa biologica e pozzetto nero: la regola è evitare assolutamente di gettare negli scarichi carta, assorbenti ed altri detriti solidi letali per il funzionamento dell’impianto di chiarificazione e della fossa biologica. Inoltre, data la complessità dell’impianto, non è mai facile stabilire quale sia la parte danneggiata: ricorrere ad una ditta specializzata è, dunque, l’unica soluzione.

Leggi anche: tubi di scarico intasati

Quando pulire le fognature condominiali

L’intervento di una ditta specializzata dovrebbe essere richiesto almeno 1 o 2 volte l’anno, per via dell’accumulo di liquami all’interno delle fosse biologiche o dei pozzi neri: soprattutto durante le piogge incessanti, occorre sempre tenere d’occhio il livello di riempimento di tali strutture, per prevenire eventuali problemi delle fognature condominiali. Per quanto riguarda gli interventi eccezionali di manutenzione e pulizia, essi si rendono assolutamente necessari nel caso vi siano perdite dei tubi, diffusione di odori sgradevoli dagli scarichi e ovviamente nel caso in cui si verifichino sversamenti di liquami dai servizi delle case. La ditta provvederà non solo all’individuazione e alla riparazione del guasto, ma anche allo svuotamento di fosse e pozzi neri, alla pulizia della struttura tramite canal-jet e al corretto smaltimento dei rifiuti accumulati all’interno delle fognature condominiali.