CHIAMA IL 061234567 PER INFORMAZIONI

Il sistema fognario delle città italiane soffre di un problema che si trova sotto metri e metri di terra e asfalto: le tubazioni delle fogne. In molti casi, infatti, le condotte fognarie sono vecchie ed hanno alle spalle un’attività che, nei casi peggiori, può addirittura risalire al secolo scorso. Il trascorrere del tempo e la normale usura dei condotti, insieme ad altri problemi derivanti dall’intrusione di radici, da spaccature e da danni e deformazioni causate dal peso del terreno e dal traffico, può rendere necessario un intervento immediato. In questo senso, sarà sempre il caso di rivolgersi ad un’azienda specializzata nel risanamento delle condotte fognarie, per evitare le spiacevoli conseguenze dovute alla fuoriuscita dei liquami e all’occlusione delle tubazioni delle fogne. Vediamo insieme quando e perché ricorrere al risanamento delle condotte fognarie.

• I motivi del danneggiamento delle condotte fognarie
• I problemi causati dalle tubazioni fognarie danneggiate
• L’importanza del risanamento delle condotte fognarie

I motivi del danneggiamento delle condotte fognarie

Le condotte fognarie, proprio come l’essere umano, non sono eterne. Anzi, nonostante i Comuni stiano cercando di sostituire le più antiche, gran parte delle tubazioni italiane hanno più di 50 anni di vita, con tutte le conseguenze del caso. Innanzitutto l’usura dovuta all’età e all’utilizzo prolungato, senza dimenticare le deformazioni causate dalla pressione del manto stradale e dal passaggio dei mezzi di trasporto. Inoltre, anche le precipitazioni abbondanti e l’intrusione delle radici all’interno del terreno possono favorire l’insorgere di occlusioni e di spaccature, e la conseguente fuoriuscita del liquame. Tutti questi fattori rendono necessario un intervento immediato che, in mancanza della manutenzione effettuata dalle amministrazioni pubbliche, deve provvedere al risanamento delle condotte fognarie nel modo meno invasivo possibile.

I problemi causati dalle tubazioni fognarie danneggiate

Una condotta fognaria danneggiata può causare inconvenienti particolarmente spiacevoli e deleteri per la qualità della vita dell’uomo. La conseguenza peggiore è ovviamente la fuoriuscita delle acque nere, molto pericolose per la salute dell’essere umano e in grado di danneggiare anche la natura circostante, portando danni all’ecologia davvero enormi. Inoltre, come se non bastassero le cause già elencate, i condotti fognari sono costantemente a rischio frattura per via degli additivi chimici e degli agenti corrosivi che vengono smaltiti attraverso la rete fognaria, o che vengono introdotti da chi, maldestramente, cerca di risolvere l’occlusione dei tubi delle fognature ricorrendo ad un pericoloso fai da te. Infine, una tubazione occlusa può causare il reflusso della fognatura in condomini e abitazioni, e l’allagamento dei vani posti al di sotto del livello della rete fognaria.

L’importanza del risanamento delle condotte fognarie

Il risanamento delle condotte fognarie, proprio per i motivi elencati finora, risulta una soluzione non solo particolarmente efficace, ma anche necessaria per risolvere e, nei casi migliori, prevenire l’insorgere di questi fastidiosi problemi. L’intervento, fra le altre cose, è meno invasivo di quanto possiate immaginare: rivolgendosi ad un’azienda specializzata nel risanamento delle condotte fognarie, infatti, potrete evitare scavi spesso invasivi e rumorosi, agendo direttamente dall’interno dei tubi grazie alle avanzate tecnologie a disposizione degli esperti del settore. Le ditte specializzate in questo campo, infatti, utilizzano tecniche di risanamento continuo dette ‘no dig’ o ‘relining’: in pratica, viene creata una guaina tubolare che copra l’interno del tratto in cui è stata precedentemente rilevata la spaccatura, grazie all’ispezione con sonde dotate di videocamera. Questa guaina è progettata per sostenere il carico idraulico delle tubazioni fognarie, ed è per questo l’ideale per procedere al risanamento delle condotte fognarie senza necessariamente sostituire la tubazione.