CHIAMA IL 061234567 PER INFORMAZIONI

L’importanza della sostituzione delle colonne delle acque chiare

L’acqua piovana da sempre costituisce una delle cause principali di infiltrazioni e danneggiamento dei muri esterni delle nostre abitazioni. Per tale motivo, è importante avere un sistema di raccolta e convogliamento delle acque chiare efficiente, e provvedere alla sostituzione delle colonne delle acque chiare, o pluviali, se deteriorati.
Il sistema di raccolta e convogliamento delle acque chiare è costituito da un insieme di elementi: le gronde, i pluviali e i rispettivi raccordi. È importante che il deflusso delle acque chiare avvenga in modo regolare, diretto verso la rete fognaria o nel terreno, per prevenire le infiltrazioni. La rete delle tubazioni verticali, orizzontali ed inclinate deve essere raccordata in maniera stabile, con un occhio di riguardo per gli angoli di pendenza, che devono rientrare nei valori massimi. Nel caso in cui non si disponga di un sistema di raccolta efficiente, occorre provvedere alla sostituzione delle colonne delle acque chiare, affinché l’acqua piovana giunga nel pozzetto di scolo senza impedimenti.

La sostituzione delle colonne di acque chiare: la scelta dei materiali

Una delle cose fondamentali da valutare, nella sostituzione delle colonne delle acque chiare, è la scelta del materiale da utilizzare. I pluviali, a seconda delle situazioni, possono essere posti all’esterno o incassati nella muratura perimetrale dell’abitazione. La collocazione delle colonne è uno degli aspetti principali da considerare nella scelta del materiale. Infatti, nel caso in cui queste siano incassate nella muratura, possono essere realizzate in ghisa; nel caso in cui, invece, siano esterne, analogamente alle gronde, gli elementi orizzontali, possono essere utilizzati materiali di natura plastica o metallica, per far sì che non si deteriorino sotto l’azione delle intemperie.
I materiali più economici che è possibile utilizzare sono la lamiera zincata e l’alluminio. La prima viene sottoposta ad un processo di zincatura per evitare che si formi ruggine. Il problema di questo materiale è rappresentato dal fatto che non può essere saldato, in quanto, con il calore, perderebbe la protezione contro la ruggine. I vari elementi, quindi, vengono fissati tra loro mediante bulloni. L’alluminio invece, da questo punto di vista, non presenta problemi di lavorazione, mentre può essere soggetto a corrosione sotto l’azione delle piogge acide e degli agenti chimici in atmosfera. I pluviali in alluminio presenti in commercio vengono, pertanto, preventivamente trattati con speciali prodotti che evitano la corrosione.
Un altro materiale per il quale è possibile optare, nella scelta del materiale per la sostituzione delle colonne di acque chiare, è il rame. Di tutti i materiali tra cui è possibile scegliere, indubbiamente il rame è il più costoso, ma è molto duraturo e resistente. Inoltre, è facilmente lavorabile, può essere saldato o rivettato e con il passare del tempo assume una patina protettiva dovuta all’ossidazione che lo rende esteticamente bello da vedere e idoneo per l’installazione in ogni edificio.
Anche l’acciaio inossidabile è una possibilità: pur essendo resistente come il rame, tuttavia, non è altrettanto semplice da lavorare né altrettanto bello esteticamente.
Infine, nella sostituzione delle colonne delle acque chiare, possiamo scegliere il pvc. Economico e di facile posa, è un materiale che non ha bisogno di trattamenti specifici, in quanto atossico, non infiammabile e resistente agli sbalzi termici.
Se si è in procinto di effettuare una sostituzione delle colonne delle acque chiare, è importante valutare i pro e i contro di ogni materiale, facendo riferimento al proprio caso specifico, per essere sicuri di compiere la scelta più appropriata.