CHIAMA IL 061234567 PER INFORMAZIONI

I tubi di scarico intasati sono uno dei nemici maggiormente diffusi che colpiscono la propria abitazione, visto che sono fondamentali per la propria casa.
Ecco quali possono essere le cause e come procedere per poterli liberare correttamente.

Le causa dei tubi di scarico intasati

I tubi di scarico intasati rappresentano un problema assai diffuso, che nasce da una serie di conseguenze che derivano dalla poca attenzione utilizzata da parte delle persone.
Questo significa che, nella maggior parte dei casi, sono delle semplici azioni a far nascere tale problematica: ad esempio, i tubi di scarico intasati della cucina possono derivare dalla presenza di residui di cibo che scendono dai lavandini e che si accumulano nel tubo stesso.
Quando si lavano i piatti, potrebbero esserci degli avanzi che vengono, in maniera sbagliata, scaricati direttamente dentro il lavello e che quindi si accumulano col passare del tempo, situazione che dovrebbe essere sempre e comunque evitate.
Un altro problema relativo ai tubi di scarico riguarda invece quello dei servizi igienici: purtroppo, la carta igienica, soprattutto quella con molti veli e abbastanza resistente, se gettata in grandi quantità, potrebbe comportare tale problematica, ovvero i tubi di scarico intasati.
Questo perché si crea, in entrambi i casi, un ingorgo che blocca lo scarico e non permette all’acqua di defluire in maniera corretta.
Un chiaro segnale, che identifica i tubi di scarico intasati, è dato dall’acqua che non scende correttamente nel tubo oppure che riaffiora e rimane stagnante.
Ecco come procedere, con dei rimedi caserecci, per poter riuscire a risolvere tale problema.

I rimedi a casa

I rimedi caserecci possono essere di diverso tipo: uno di quelli che viene maggiormente utilizzato consiste nell’adoperare i prodotti chimici.
Tale soluzione viene adoperata in maniera semplice: il prodotto viene versato dentro il tubo, cosa che comporta lo scioglimento dell’intasatura, visto che tali prodotti sono a base di acidi e altre sostanze simili.
Quando si adoperano tali prodotti però, è importante utilizzare dei guanti protettivi: questo per evitare che, le mani, possano entrare a diretto contatto con quelle sostanze, che potrebbero creare dei danni abbastanza gravi alla pelle.
Spesso però, è possibile risolvere in altri modi il problema dei tubi di scarico intasati: uno di questi consiste nel mescolare un litro d’acqua calda con cinque cucchiai di sale e succo di limone.
Anche tale rimedio risulta essere ottimo per poter rimuovere gli elementi che intasano il tubo, soprattutto se questi sono di piccola entità.
In passato, veniva versata l’acqua di cottura delle patate nei tubi, oppure veniva bollito l’aceto: in entrambi i casi, una volta che questi liquidi vengono versati nei tubi di scarico intasati, bisogna attendere almeno un’ora prima di poter utilizzare nuovamente lavello o servizi sanitari.
La soda caustica rappresenta la soluzione estrema, ma finale, da adoperare per poter riuscire a risolvere il problema dei tubi di scarico intasati.
Qualora la soluzione scelta, tra quelle prima citate, non dovesse dare i frutti sperati, bisognerà semplicemente chiamare un team di tecnici.

I tecnici ed i tubi di scarico intasati

Qualora la situazione dovesse essere ben più complicata del previsto, si dovranno contattare dei tecnici che, con delle apparecchiature particolari, sono in grado di liberare i tubi di scarico intasati.
In alternativa, se questi sono anche danneggiati, il tecnico stesso sarà in grado di proporre una soluzione alternativa, che consiste nel cambiare il tubo, il quale magari deve essere sostituito poiché inutilizzabile e potenzialmente dannoso per la propria abitazione.